Scopri il territorio

Benvenuti tra le Dolomiti! Visita Canazei, il gioiello della Val di Fassa.

La grande strada delle Dolomiti

Con legge provinciale votata nel 1897 si deliberò la costruzione della Grande Strada delle Dolomiti con partenza da Bolzano ed arrivo a Cortina d’Ampezzo passando per il Passo Pordoi.
I lavori iniziarono nel maggio 1901 per opera dell’architetto Theodor Christomannos.  Il 13 novembre 1904 al passo Pordoi fu inaugurato il tratto Moena-Arabba e nel 1909 la tratta restante. Questo fu un evento di grande portata, sia sotto il profilo economico sia simbolico, in quanto segnò la definitiva apertura delle Dolomiti al turismo internazionale, propagandata anche attraverso importanti opere letterarie come quelle di Karl Felix Wolff (Die Dolomitenstraße, 1907) e quella dello stesso Christomannos (1909).

Lungo il percorso furono costruiti ospizi e alberghi che durante la Grande Guerra del 14-18 furono requisiti, il Passo Pordoi infatti si trovava proprio al confine tra il Regno Austro-Ungarico e il Regno Italiaco.
Dopo il periodo bellico, Maria Piaz ed il figlio Francesco, avviarono nel 1962 la prima funivia pionieristica del Passo Pordoi che conduce alla Terrazza delle Dolomiti (2.950 m) ambitissima meta di turisti.
Al Passo Pordoi (2.239 m) è tutt’oggi presente l’obelisco commemorativo innalzato nel 1905 dove sono riportati i dati della strada che oggi rappresenta un importante collegamento turistico.